Immigrati, spose bambine in Italia: “Vengono costrette dai genitori”

 

Sono nate e cresciute nel nostro Paese, hanno dai dieci ai diciassette anni e spesso sono immigrate di seconda generazione. La loro “occidentalizzazione” può dar fastidio e così le loro famiglie possono decidere di venderle spedendole nei loro Paesi di origine e facendole sposare con uomini molto più vecchi.

sposa-bambina

“Il fenomeno delle spose bambine ha numeri da capogiro: nel mondo tocca tremila milioni di minorenni l’anno, 37mila al giorno”, scrive Bianca Francavilla su Il Mattino.

Ed è un fenomeno presente anche in Italia, spesso coperto da omertà. “Le bambine improvvisamente scompaiono. La famiglia finge di aver organizzato un viaggio, magari perché un parente è malato. Una volta che nel Paese vengono ritirati i documenti, viene distrutto il biglietto di ritorno”, racconta Alessandra Davide, responsabile del progetto “Matrimoni forzati”.

E come viene scelto il marito delle bimbe?, chiede l’intervistatrice.

A volte è un parente, per tenere preservato il patrimonio familiare. Altre volte è solo un uomo ricco. In entrambi i casi, è una persona disposta a sborsare una grossa cifra di denaro alla famiglia.

today.it



   

 

 

2 Commenti per “Immigrati, spose bambine in Italia: “Vengono costrette dai genitori””

  1. MA CHE SCHIFO !!!

  2. I genitori modello restano in Italia coi soldini???

    Comunque : CIRVONVENZIONE DI INCAPACE-
    VENDITA DI MINORE da parte dei genitori (i primi che andrebbero ammazzati ),
    SEQUESTRO E PEDOFILIA con STUPRO da parte del dicasi ” uomo”.
    In tutti i casi per la legge ITALIANA meriterebbe l’ergastolo …
    SENZA POI TACCIARE I GIUDICI DI RAZZISMO. !!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -