Lite tra stranieri per una bottiglia di birra, gestore di bar uccide il cliente

 

E’ stata una bottiglia di birra abbandonata davanti all’ingresso del locale, a Bergamo, la causa della violenta lite, culminata nella notte con l’uccisione di un senegalese di 33 anni, Amadou Diouf, accoltellato al cuore dal titolare di un bar, l’ivoriano Djedje Meles Guillaume, 56 anni. Quest’ultimo, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato a casa di un’amica sudamericana dove aveva cercato di pulire i vestiti sporchi di sangue.

Da tempo tra i due c’erano screzi e ormai le liti tra il gestore di un bar del centro di Bergamo e uno dei suoi clienti erano diventate una costante. Aggredito dal titolare, il senegalese è stato soccorso dal personale del 118 e accompagnato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove è morto. Nel frattempo il barista ha fatto perdere le proprie tracce: si è recato a casa di una conoscente sudamericana in via Pignolo, dove ha cercato di lavare i panni sporchi di sangue.

Nel giro di tre ore i carabinieri di Bergamo sono risaliti a lui e lo hanno arrestato con l’accusa di omicidio volontario. Dopo aver accoltellato il senegalese appena fuori dal suo bar, l’ivoriano è tornato nel locale, ha chiesto a tutti gli avventori di lasciare il bar, ha abbassato la saracinesca e si è dileguato. tgcom24

Il bar Socraf era tra l’altro stato oggetto in passato, per due volte, di provvedimenti di sospensione temporanea della licenza da parte della Questura per motivi di sicurezza: la prima volta, per un mese, lo scorso ottobre; la seconda, a luglio, per due settimane. Inoltre il locale di via Moroni era stato inserito nel provvedimento antimovida, con l’obbligo di chiusura a mezzanotte e mezza: limite orario che il gestore aveva sempre rispettato.



   

 

 

1 Commento per “Lite tra stranieri per una bottiglia di birra, gestore di bar uccide il cliente”

  1. di giorno certe zone della città sono in mano a questa gentaglia … la notte è tutta Bergamo a essere loro ostaggio …. chiaramente escluse le aree di residenza dei politici più titolati

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -