Cgia, a novembre gli italiani verseranno 53,5 miliardi di tasse

tasse3Novembre e’ il mese delle tasse e tra lunedi’ 16 e lunedi’ 30 gli autonomi, le imprese e i lavoratori dipendenti verseranno all’erario 53,5 miliardi di euro, tra Iva, acconti Irpef, Irap, Ires, addizionali Irpef e ritenute di imposta. Il calcolo e’ dell’Ufficio studi della Cgia, secondo cui in Italia il gettito tributario (imposte, tasse e tributi) supera i 480 miliardi di euro l’anno.

L’imposta piu’ onerosa da onorare il mese prossimo – spiega la Cgia – sara’ l’Iva: autonomi e imprese verseranno nelle casse dello stato 12,3 miliardi di euro. Le societa’ di capitali (Spa, Srl, Societa’ cooperative, etc.), inoltre, pagheranno l’acconto Ires che ammontera’ a 11,8 miliardi, mentre i lavoratori dipendenti, attraverso i rispettivi datori di lavoro, “daranno” al fisco le ritenute per un importo di 10,4 miliardi di euro.

Anche l’acconto Irap sara’ di tutto rispetto e costera’ alle aziende ben 8,4 miliardi di euro, mentre l’acconto Irpef imporra’ ai lavoratori autonomi un esborso di 8 miliardi di euro. La Cgia fa notare come anche il peso dei costi indiretti legati al pagamento delle tasse ormai abbia assunto “dimensioni molto preoccupanti”:”A causa di un sistema fiscale ancora troppo frammentato – segnala Paolo Zabeo coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia – nel nostro paese sono necessari ben 34 giorni lavorativi per pagare le tasse.

In altre parole, tra le code agli sportelli, il tempo perso per recarsi dal commercialista o per compilare moduli, registri e scartoffie varie, le imprese italiane impiegano 269 ore all’anno per onorare gli impegni con il fisco. Una via crucis che, purtroppo, condividiamo con i portoghesi, mentre in tutti gli altri paesi dell’Eurozona la situazione e’ meno pesante della nostra”. Infatti, se in Italia e in Portogallo sono necessari 34 giorni di tempo per pagare le imposte, la media dell’area euro e’ di 20. Tale soglia scende a 17 in Francia e addirittura a 15 giorni in Olanda. Nella ‘classifica’ di 19 paesi europei, al primo posto il Lussemburgo (7 giorni), al secondo Estonia e Irlanda (10 giorni), al terzo Finlandia (12).
“Al sistema delle piccole e medie imprese – conclude Zabeo – che costituisce il 99,9% del totale delle aziende presenti in Italia, la burocrazia costa, in termini assoluti, quasi 31 miliardi di euro all’anno”. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -