Sicilia, voto di scambio: assolti l’ex governatore Lombardo e il figlio

 

Il giudice monocratico di Catania Laura Benanti ha assolto, “perche’ il fatto non sussiste”, l’ex presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo e suo figlio Toti, attualmente deputato all’Ars, nel processo per voto di scambio. Per Lombardo la procura aveva chiesto un anno e due mesi, oltre a cinque anni di interdizione dai pubblici uffici; per il figlio 10 mesi.

Poco prima che il giudice si ritirasse in camera di consiglio Lombardo aveva rilasciato dichiarazioni spontanee sottolineando la sua “totale estraneita’ ai fatti contestati”. Poi l’assoluzione, il regalo migliore, probabilmente, nel giorno in cui l’ex presidente compie 65 anni. “Alla fine ritengo – ha detto dopo la sentenza – che la fiducia nella magistratura paghi, una magistratura competente, attenta e limpida. Per preparare le dichiarazioni spontanee che ho sostenuto prima che il giudice si ritirasse in camera di consiglio non ho dormito per due giorni e ho perso tre chili. In mezzo in questa storia c’era mio figlio e questo mi ha fatto entrare in una condizione di tensione e apprensione che non ho mai provato. Adesso ringrazio Iddio…”. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -