Premio Sakharov al blogger saudita Badawi, Schulz chiede la sua liberazione

 

 

Il blogger saudita Raif Badawi è il nuovo Premio Sakharov 2015.
Fondatore del blog Free Saudi Liberals, un forum ideato per discutere del ruolo della religione in Arabia Saudita. Badawi è stato arrestato nel 2012 e condannato a 10 anni di prigione e 1000 frustate con l’accusa di aver insultato l’Islam. Fino ad ora sono state 50 le frustate ricevute dal blogger, interrotte per ragioni di salute.

“Un eroe dell’epoca contemporanea” lo ha definito Martin Schulz “Impegnato nella lotta per la libertà, per la democrazia, per il diritto a esprimere il proprio pensiero. E che per queste ragioni affronta oggi una pesantissima condanna. Chiedo al Re saudita la sua imminente scarcerazione e il perdono di Raif Badawi in modo che possa ricevere di persona a dicembre il premio che gli abbiamo assegnato”.

Il premio prende il nome dal dissidente russo Andrei Sakharov ed è rivolto a individui o gruppi di persone che si sono distinti per aver difeso la libertà di pensiero e i diritti umani.

euronews



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -