Musica a scuola, famiglia musulmana porta via la figlia: “E’ contro il Corano”

 

scuolaIl progetto, avviato in una scuola dell’infanzia nel quartiere di Porta Palazzo a Torino, era nato proprio con l’intento di aiutare i ragazzi, di etnie e culture diverse, a integrarsi fra loro. Ma alla prima assemblea di classe dell’anno lo zio di una bimba marocchina, intervenendo con i genitori della piccola, ha dato il via alla sua battaglia contro l’iniziativa. Il progetto si farà e la bambina sarà trasferita. Imitata da un’altra famiglia.

Le maestre dell’istituto, all’incontro, hanno subito reagito all’attacco parlando della qualità dell’iniziativa e testimoniando l’ottima accoglienza della proposta da parte dei bambini, come racconta la “Stampa”. Ma non c’è stato niente da fare: i parenti della piccola, pare facendo riferimento al modello per la “richiesta di esenzione dall’uso di strumenti musicali” che si legge sul sito internet civiltàislamica.it, non ne hanno voluto sapere di accettare un progetto educativo del genere, battezzato “Crescere in orchestra”, dal momento che la musica non è in linea con le prescrizioni coraniche.

Le insegnanti hanno detto di aver avuto l’impressione di una vera e propria organizzazione preventiva dei genitori per contrastare il progetto e hanno temuto che lo zio della piccola potesse trovare altri “seguaci”. Anche se, sottolinea la preside Concetta Mascali, “ci sono state divers efamiglie arabe che si sono subito dissociate”. D’altra parte, proprio poco fa l’imam di Vicenza è stato espulso dopo aver convinto i bambini a tapparsi le orecchie per non ascoltare le lezioni di musica che sarebbero “peccato”.

I genitori sono stati successivamente convocati di nuovo, insieme ai rappresentanti di due moschee della zona, in una nuova assemblea in cui insegnanti e preside hanno voluto spiegare di nuovo il senso dell’iniziativa. A quel punto sono emerse alcune difficoltà economiche delle famiglie per sostenere il progetto. E pare che queste difficoltà saranno risolte. Almeno per le altre famiglie, quelle che sono rimaste. tgcom24



   

 

 

1 Commento per “Musica a scuola, famiglia musulmana porta via la figlia: “E’ contro il Corano””

  1. Mariamaddalena

    Ma perché non se ne tornano da dove sono venuti???? E poi dicono che siamo razzisti, questi ti ci tirano per i capelli a diventar razzista. E poi la Boldrini non fa altro che parlare di culture che ci arricchiscono…..MA DE CHE ?????????
    QUESTI NON SI VOGLIONO INTEGRARE, VOGLIONO DETTARE A NOI LE LORO LEGGI. Questo, i nostri emeriti capoccioni ancora non lo vogliono capire, o non lo sanno capire, ed in tutti e due i casi ci stanno traghettando in una situazione invivibile ed ingestibile, vista la “capacità” dei nostri governanti.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -