Consiglio di Stato: non trascrivibili le nozze gay contratte all’estero

Condividi

 

 

I Comuni non possono trascrivere i matrimoni contratti all’estero. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato respingendo i ricorsi contro gli annullamenti disposti dai prefetti, pronunciandosi sull’appello proposto dal ministero dell’Interno e sull’appello incidentale promosso dalle coppie assistite dagli avvocati di avvocatura per i diritti Lgbti – Rete Lenford. Ad annuncialo in una nota la stessa rete.

“I giudici – spiega l’organizzazione – si sono espressi nel merito sostenendo la non trascrivibilità dei matrimoni contratti all’estero ed hanno ritenuto, diversamente da quanto affermato sino ad ora da ben quattro Tar, che sussista in capo al ministro e quindi ai prefetti il potere di annullare gli atti di stato civile”. (LaPresse)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -