Mogherini: Assad deve andarsene ma sia coinvolto nella sua destituzione

 

Assad deve andarsene, è la fissazione della Mogherini, portavoce del volere dei poteri sovranazionali, che però non esclude di coinvolgerlo nella sua destituzione.

Mogherini

Il coinvolgimento del presidente Bashar Assad è cruciale per l’avvio della transizione politica della Siria. Lo ha detto l’Alta rappresentante dell’Unione europea per gli Affari esteri Federica Mogherini da Berlino, dove ha incontrato il segretario di Stato Usa John Kerry, il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier e il premier israeliano Benjamin Netanyahu per discutere della situazione in Siria.

“Penso che abbiamo imparato la lezione irachena sulla necessità di garantire che i processi politici e le transizioni debbano assicurare non solo la sicurezza ma anche il coinvolgimento di tutti i componenti delle società coinvolte”, ha detto Mogherini.Fonte Reuters – Traduzione LaPresse



   

 

 

3 Commenti per “Mogherini: Assad deve andarsene ma sia coinvolto nella sua destituzione”

  1. Ho ma tutti esaltati, tutti contro Saddam aveva armi di distruzione di massa forse per fare le tagliatelle, poi contro Saddam, poi contro Putin, adesso Assad, chi sarà il prossimo? ma perché non vi fate i ca22i vostri mentre di andare dietro a questi guerrafondai degli USA.

  2. La ragazza sta iniziando ad apprendere qualche rudimento di realismo e di diplomazia. ..di strada ne deve fare ancora molta ma proprio molta, ammesso che non venga dimissionata ben prima di Assad, però evidentemente l’intervento russo ha ridestato qualche neurone anche nel governo di occupazione europeo.

  3. Comè buona lei!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -