Hamas: “Allah è grande e il coltello vincerà”. Chiamata alle “armi” per i kamikaze

“Questa intifada continuerà fino alla liberazione di Gerusalemme, della Cisgiordania e della intera Palestina. Sosterremo l’intifada di Gerusalemme col nostro lavoro e col nostro sangue”.

intifada

Ad annunciarlo è il dirigente di Hamas Fathi Hammad, il quale, ironizzando sulla paura degli israeliani per i coltelli degli attentatori palestinesi, ha aggiunto: “Allah è grande e il coltello vincerà”.

Intanto un altro dirigente di Hamas, Mahmud a-Zahar ha detto di augurarsi che le violenze in corso sfocino in una “intifada armata”. In una intervista a un sito web islamico di Gaza ha aggiunto che a suo parere i palestinesi devono nella fase attuale ricorrere alle armi “perché è appunto quello che i sionisti stanno facendo”.

Hamas vuole ritorno ad attacchi suicidi – Hamas ha ordinato da Gaza alle sue cellule In Cisgiordania di riprendere gli attacchi suicidi. Lo ha appreso radio Gerusalemme da imprecisate “fonti israeliane”.

A Gaza intanto Hamas continua a sostenere “la intifada”, ma si astiene ancora dal ricorrere al suo potenziale militare. Le fonti israeliane hanno detto che resta ancora da vedere se le cellule principali di Hamas in Cisgiordania, a Nablus e a Hebron, abbiano mantenuto la capacità logistica di condurre attacchi suicidi. tgcom24



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -