Svezia: in 6 giorni incendiati tre centri destinati ai “profughi”

Una serie di presunti attacchi incendiari ha colpito tre impianti destinati ad accogliere i richiedenti asilo in Svezia questa settimana. Quest’anno il paese si prepara a ricevere quasi il doppio della quantità di rifugiati rispetto al record precedente, stabilito nel 1992.  (RT.com)

Un vecchio edificio scolastico ad Onsala, nella zona ricca di Kungsbacka, circa 30 km a sud di Goteborg, ha preso fuoco nella notte di Sabato. Venti i vigili del fuoco hanno risposto alla chiamata di emergenza.

“La metà l’edificio è stato danneggiato da un incendio”, ha detto Mikael Lindgren, l’operatore principale dei servizi di emergenza in Greater Göteborg, come citato da The Local.

svezia-centro-profughifoto © Johan Nilsson / Reuters

L’ultimo incendio è avvenuto appena un giorno dopo quello della scuola a Smaland, che doveva essere utilizzata per accogliere i rifugiati, ma è andata distrutta.

Martedì scorso un edificio ad Arlov Scania è stato gravemente danneggiato da un altro incendio. L’incidente è avvenuto un giorno prima della sua prevista apertura.

Svezia: 14 miliardi di dollari l’anno per l’immigrazione, uno Stato fallito

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -