Hollande si crede Bonaparte, ma il suo consenso è sceso al 20%

 

Francois Hollande ha fallito nel suo tentativo di rilanciare la sua immagine, alimentando la passione dei francesi per la grandeur militarista nostalgica di quando Bonaparte metteva in ginocchio l’Europa, dando il via a raid aerei contro Isis in Siria.

Hollande-Bonaparte

La popolarita’ del presidente francese e’ al suo minimo – non storico – dall’inizio dell’anno: ha toccato il 20%, 3 punti in meno rispetto a settembre. Ma Hollande si puo’ in qualche modo consolare perche’ si tratta sempre di ‘ben’ 7 punti in piu’ rispetto al misero ed ineguagliato da alcun inquilino dell’Eliseo prima di lui, 13% toccato a settembre del 2014.

L’attuale livello di ‘soddisfazione’ dei francesi per il loro presidente (un ‘quasi monarca’ secondo la V Repubblica) e’ stato registrato da un sondaggio Ifop, pubblicato sul ‘Journal du Dimanche’. A gennaio la popolarita’ di Hollande aveva toccato il 29% quando riusci’ a gestire con fermezza, compostezza e dignita’ gli atroci attacchi dei terroristi islamici, prima al settimanale satirico Charlie Hebdo’ e poi ad un supermercato kosher ebraico. Da allora il declino e’ stato costante.

Le cose vanno male, ma non tragicamente, per il premier Manuel Valls, che piace al 36% dei connazionali, in calo dal 39% di settembre, ma sprofondato rispetto al 53% di gennaio Le divisioni interne e le spaccature con le altre anime della gauche minacciano un tonfo alle regionali di dicembre per i socialisti (che hanno sistematicamente perso tutti i voti, legislativi, europei e locali da quando Hollande e’ stato eletto a maggio del 2012) e indeboliscono pesantamente le chance personali del presidente di una sua riconferma all’Eliseo tra 2 anni. agi



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -