Siria. Imminente offensiva di terra a guida iraniana contro Isis ad Aleppo

 

 

(euronews) L’offensiva delle forze di Damasco contro gli jihadisti dell’autoproclamato Stato Islamico ad Aleppo, nel Nord della Siria, preannunciata dall’intensificarsi dei bombardamenti russi, si prepara ad entrare nella fase centrale. L’esercito fedele a Bashar Al-Assad riceve l’appoggio delle miliazie libanesi Hezbollah. Intanto gruppi ribelli hanno annunciato di aver sconfitto gli estremisti islamici dell’Isis liberando il villaggio di Tal Jabin, vicino ad Aleppo.

“Si nascondevano nelle fattorie là in mezzo agli alberi. Grazie a Dio ne abbiamo uccisi molti, gli altri sono scappati ma li abbiamo inseguiti” dice uno dei ribelli.

La delicata quanto massiccia campagna di raid aerei avviata da Mosca lo scorso 30 settembre continua intanto ad intensificarsi. Oltre 40 gli obiettivi dell’Isis colpiti soltanto nella giornata di martedì. Dopo un nuovo round d’incontri tra i vertici militari russi ed americani, Washington ha annunciato la firma imminente di un accordo per evitare incidenti tra le due aviazioni.

E la preparazione di un’offensiva di terra guidata da diverse migliaia di truppe iraniane ed Hezbollah è confermata dalla presenza, a Latakia, di Qassam Soleimani, Capo delle forze speciali dei Guardiani della Rivoluzione iraniana.

Le dichiarazione di Putin contro la mancata collaborazione degli USA nella lotta all’Isis



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -