Kiev pretende dalla Russia la ristrutturazione di 3 miliardi di debito

Kiev non vuole restituire il debito alla Russia e minaccia anche di ricorrere in tribunale.

ITALY-UKRAINE-DIPLOMACY-RENZI-YATSENYUK

La Russia deve ripensare alla sua decisione di non ristrutturare il debito di tre miliardi di dollari che Kiev ha nei suoi confronti e che scade quest’anno, altrimenti il governo ucraino ricorrerà in tribunale. Lo ha dichiarato il premier ucraino filo-occidentale Arseni Iatseniuk aggiungendo che Kiev offre a Mosca di discutere della questione il 29 ottobre.

L’Ucraina, sull’orlo del default, ha trovato a fine agosto un accordo con i creditori privati sulla ristrutturazione del proprio debito. Il ministro delle Finanze ucraino, Natalie Jaresko, ha spiegato che la ristrutturazione prevede un ‘haircut’ del 20%, che permettera’ al Paese di risparmiare circa 3,6 miliardi di dollari su un debito di 18 miliardi di dollari con fondi e banche. Ma la Russia – ai ferri corti con Kiev – ha deciso di non partecipare alla ristrutturazione del debito.

“L’unico paese che non e’ stato d’accordo sulla ristrutturazione del debito e’ la Federazione russa – ha tuonato Iatseniuk, citato dall’agenzia Unian -. La questione dei tre miliardi di dollari resta irrisolta. Offriamo ai russi di decidere ancora una volta il 29 ottobre sei vogliono accettare le condizioni che abbiamo proposto a tutti i creditori. Se credono di essere unici – ha proseguito il premier ucraino filoamericano – siamo pronti a ricorrere in giudizio contro la Federazione russa“. (con fonte ANSA)



   

 

 

1 Commento per “Kiev pretende dalla Russia la ristrutturazione di 3 miliardi di debito”

  1. Certo che avete pure la faccia di bronzo…trascinare la Russia in tribunale per un prestito che la Russia stessa vi ha fatto è cosa assurda!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -