Il Cremlino avverte Kiev: o ripaga il debito alla Russia oppure fa default

 

Mosca mantiene immutata la sua posizione sul debito dell’Ucraina di 3 miliardi di dollari derivante dalla sottoscrizione di un prestito governativo (eurobond): Kiev deve pagare l’intera cifra altrimenti andrà in default, ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

“Riguardo il debito, la posizione della Russia non registra alcun cambiamento,” — ha detto Peskov.

Il portavoce del Cremlino ha anche ricordato che il presidente russo Vladimir Putin e il ministro delle Finanze russo Anton Siluanov avevano dichiarato in precedenza che Mosca non aveva intenzione di discutere la ristrutturazione del debito dell’Ucraina di 3 miliardi di dollari, aspettandosi la restituzione dell’intera somma a dicembre.

“Certo la situazione di default prevede alcune procedure: il default è default,” — ha detto Peskov, rispondendo alla domanda sulla volontà della Russia di difendere i propri interessi in un tribunale internazionale.

it.sputniknews.com

Kiev pretende dalla Russia la ristrutturazione di 3 miliardi di debito

Il governo filo-USA di Kiev non solo non vuole restituire il debito alla Russia, ma minaccia anche di ricorrere in tribunale.



   

 

 

1 Commento per “Il Cremlino avverte Kiev: o ripaga il debito alla Russia oppure fa default”

  1. Che Infami sti filo USA, UCRAINI svegliatevi cacciate i traditori e chi vi sta portando alla fine senza ritorno, fatelo per voi stessi, mi dispiace vedere quello che sta succedendo ma la colpa non è della Russia.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -