Francia: ne’ uomo ne’ donna, tribunale riconosce il “sesso neutro”

SEI MASCHIO, FEMMINA O NEUTRO? Non lo decidono piu’ la scienza o i medici, ma i magistrati.

giudice

Un tribunale francese ha per la prima volta riconosciuto il diritto di una persona a modificare il proprio stato civile con la menzione sesso “neutro”. Il verdetto e’ stato emesso il 20 agosto da un giudice di Tour, come riferito da un viceprocuratore, Joel Patard, che ha cosi’ confermato alcune anticipazioni del quotidiano ’20 Minutes’. La persona in questione, ha spiegato dal suo avvocato, Mila Petkova, ha 64 anni, e’ sposata e ha un figlio adottivo.

All’anagrafe – finora – risultava registrata come maschio anche se nato, come spiegato dal suo dottore, con una “vagina rudimentale” e “un micropene” ma senza testicoli. Una condizione che le aveva provocato grande sofferenza.

“Da ragazzino ho capito che non ero un maschio. Non avevo barba, i miei muscoli non si rafforzavano”, ha raccontato il diretto interessato al giornale francese. Poi, all’eta’ di 35 anni, la cura con il testosterone. “La mia apparenza divenne piu’ mascolina, fu uno shock. Non mi riconoscevo piu’. Mi fece capire che non ero ne’ un uomo ne’ una donna. Oggi finalmente mi sento riconosciuto dalla societa’ per quello che sono”. AGI

Veronesi, uno scienziato al servizio dell’ideologia dominante

Veronesi: “L’amore gay è più forte e puro di quello etero”

Veronesi: “Omosessuali e bisessuali domineranno l’umanità”



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -