Visita a bimbo malato, lo show di Crocetta che schiamazza e applaude

 

Diventa un caso la visita di Rosario Crocetta al nuovo reparto Malattie metaboliche rare dell’ospedale dei bambini “Di Cristina” di Palermo, che si è trasformata in uno show.

Questi i fatti, raccontati da PalermoToday: il cardinale Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo, arriva per impartire la benedizione ai piccoli pazienti e si avvicina al letto del piccolo Giovanni, un bambino di dieci anni gravemente malato. Parla con la mamma del bimbo che non trattiene le lacrime, raccontando al cardinale il dolore e la preoccupazione per le condizioni di suo figlio. Romeo cerca di confortare la donna, i presenti piangono.

Poi arriva il governatore Crocetta che irrompe nel momento di massima commozione, sorride, si agita. Poi guarda la telecamera, cattura l’attenzione e chiede ad alta voce: “Come va questo giovanotto?”. Lui stesso risponde alla domanda: “E’ seguito e adesso sta meglio. Hai una mamma che ti vuole bene tanto”.

Quindi “spezza” l’Ave Maria urlando: “Un applauso a Giovanni”. Il padre del bambino: “E’ stato fuori luogo, peccando di leggerezza”

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -