Putin: siamo in Siria per stabilizzare le legittime autorità

 

 

Il nostro scopo in Siria è consolidare le legittime autorità. Parola del Presidente russo Vladimir Putin che ieri ha incontrato a Sochi il Ministro della Difesa saudita Shaikh Mohammed Bin Salman. Mosca conferma quella che Stati Uniti ed Europa gli rivolgono come accusa: dare appoggio a Bashar Al-Assad. Il Cremlino ha però una lettura diversa e propone a tutti i Paesi con influenza in Siria, Arabia Saudita compresa, di lottare contro i vari gruppi terroristici.

“Questa operazione punta a prevenire la formazione di un califfato terrorista. Il Presidente Putin ha confermato che i nostri militari in Siria stanno combattendo chiaramente contro lo Stato Islamico, contro Al Nustra e altri gruppi terroristici” ha detto il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.

L’intervento russo in Siria è cominciato ufficialmente lo scorso 30 settembre. Oltre 60 i raid aerei nella sola giornata di ieri. Le truppe di Damasco, sostenute dalle milizie libanesi di Hezbollah, hanno ottenuto nuove vittorie contro i ribelli avanzando nelle province di Hama e Idlb in particolare. E dimostrando l’efficacia dell’arrivo di Mosca sullo scacchiere siriano. (EURONEWS)

PUTIN



   

 

 

1 Commento per “Putin: siamo in Siria per stabilizzare le legittime autorità”

  1. Meno male la Russia di Putin altrimenti gli USA ce li portavano direttamente loro in europa, ma chi lo sa quanti ce ne sono di terroristi io dico nessuno perché li sono andati a prendere e portati in Italia per poi lasciarli tranquillamente che fuggissero senza sapere chi fossero, adesso gli metteranno il sale nel sedere.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -