Albanese su auto rubata sperona la volante e picchia i poliziotti

 

A bordo di una Land Rover rubata da poco, sono stati pizzicati da una Volante della Polizia e, per tentare di scappare, l’hanno speronata, ma è andata bene solo a uno dei due, che è riuscito a fuggire, mentre l’altro è stato arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e ricettazione. E’ successo sabato sera intorno alle 21.15 in viale Argonne, a Milano.

L’auto, rubata ad un uomo del 1967, è stata localizzata dalla Polizia grazie al Gps: quando è arrivata sul posto la Volante, ha stretto la Land Rover, alla guida della quale c’erano due uomini dell’Est europeo. I due, vedendosi bloccati, hanno accelerato, andando ad impattare contro l’auto della Polizia. Entrambi hanno tentato di fuggire: uno ci è riuscito, mentre l’altro è stato rincorso e bloccato dagli agenti.

L’uomo, un cittadino albanese del ’93, ha continuato a divincolarsi e a cercare di colpire i poliziotti, che lo hanno comunque arrestato. Nella Land Rover è stata ritrovata anche una borsa con dentro circa 350 euro in contanti, della quale era stato denunciato il furto la sera stessa. adnkronos



   

 

 

1 Commento per “Albanese su auto rubata sperona la volante e picchia i poliziotti”

  1. Ecco chi rischia veramente la pelle i nessuno fa niente x tutelarli, se magari uno dei poliziotti sparavano andava in galera invece vediamo cosa gli danno all’albanese,Italiano, Senegalese o marocchino x me sono tutti uguali ma chi delinque deve pagare vediamo quanto resta dentro!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -