Twitter non decolla, piano di licenzimenti la prossima settimana

San Francisco (California), 10 ott. – Il fatto che Twitter da mesi, quasi un anno, non riesca a decollare oltre la soglia dei 300 milioni di utenti ha indotto l’appena ritornato Ad e co-fondatore Jack Dorsey a preparare un piano di maxi licenziamenti ‘lacrime e sangue’ che saranno annunciati la prossima settimana.

Lo riferisce il sito web specializzato nelle notizia sulla rete Re/code.
Non esiste al momento un’indicazione sul numero esatto di tagli ma di sicuro non sara’ risparmiato alcun settore, incluso quello chiave degli ingegneri e sviluppatori del sistema di micro-blogging, che da soli sono pari a circa la meta’ dei 4.200 dipendenti.

Il problema che Dorsey intende affrontare di petto e’ che rispetto a 2 anni fa, a quando i dipendenti di Twitter erano solo 2.000 nel secondo trimestre del 2013, ossia prima dello sbarco in borsa, oggi sono piu’ che raddoppiati. Il tutto mentre invece i clienti sono cresciuti solo del 50%.

Dalla sua nascita nel 2006, Twitter e’ prima lentamente e poi sempre piu’ rapidamente esploso come fenomeno di massa, ma con il limite dei 140 caratterri (cui la societa’ sta ripensando) non e’ mai riuscito ad esplodere come Facebook (a quota 1 miliardo di utenti), e recentemente e’ stato superato anche da Instagram con oltre 400 milioni di account. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -