Tagli alla sanità: 25enne dimesso dall’ospedale muore a casa

 

Un 25enne di Novoli, Emanuele Levante, è stato trovato morto stamani in casa a Novoli. Ieri si era recato al Pronto soccorso dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce per un dolore ad una gamba che durava da tre giorni. Il medico di turno lo ha visitato in ‘codice verde’ e gli ha somministrato un antidolorifico, dimettendolo.

Il giovane stamani ha fatto colazione per poi rimettersi a letto. Il padre poco dopo lo ha trovato riverso privo di sensi. Aperta un’inchiesta dalla Procura. (ANSA) – NOVOLI (LECCE)



   

 

 

1 Commento per “Tagli alla sanità: 25enne dimesso dall’ospedale muore a casa”

  1. Peccato che in Italia non c’è una giustizia e non c’è la democrazia ma la dittatura, ora vorrei sapere chi gli ridarà il ragazzo di 25 anni ai suoi genitori vorrei sentire questa Lorenzin, invece chi paga sarà solo il medico ecco dove stiamo andando, Ma i conti sulla sanità dei Clandestini non li dicono quanto ci costano, tra camere operatorie,pronti soccorsi,medici, sala radiologica, infermieri, medicine, questo solo per gli Omicidi che hanno fatto, risse tra di loro con bottiglie di vetro, danni a altri cittadini onesti che si sono giustamente trovate o a casa loro o in altri posti che dovevano essere posti sicuri in una nazione democratica invece siamo diventati una nazione di Dittatura, chi vuole o ha fatto questa legge scellerata dovrebbe essere i………a.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -