Mercatini abusivi di Rom e bengalesi, 5 tonnellate di merce sequestrata

 

Ostia e Acilia, mercatini illegali: rissa tra venditori abusivi

Continua la lotta al commercio illegale ad Ostia e Acilia. Questa volta gli agenti della Polizia Locale del X Gruppo Mare, coordinati dal comandante Antonio Di Maggio, sono intervenuti interrompendo i mercatini abusivi dei nomadi, di origine rom e di cittadini del Bangladesh.

LE ZONE CALDE – Da questa mattina è in atto una operazione a 360 gradi portata avanti dal personale della Municipale che ha visto come scenari i luoghi solitamente frequentati dai venditori abusivi. Le zone calde, ad Ostia, erano quelle note di viale della Vittoria, già teatro di mercati illegali, e viale Paolo Orlando. Ad Acilia, invece, nelle centrale piazza San Leonardo da Porto Maurizio.

MERCE SEQUESTRATA E DISTRUTTA – Nel corso di tali operazioni sono stati effettuati dieci sequestri amministrativi rispettivamente per un totale di 5 tonnellate di merce raccogliticcia e distrutta subito tramite triturazione dall’Ama e frutto di 4 interventi consecutivi. L’azione contro i venditori abusivi del Bangladesh ha visto invece il sequestro di 3000 pezzi di prodotti di elettronica ad Acilia.

LA RISSA – In uno dei blitz, inoltre, gli abusivi sono passati alle vie di fatto tra di loro scatenando una vera e propria rissa. I veditori di origine rom sono stati placati dagli agenti, per poi darsi alla fuga precipitosamente per le vie circostanti.

romatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -