Svizzera, imprudenti rapiti all’estero dovranno pagare le spese di liberazione

 

I cittadini svizzeri che verranno rapiti all’estero in seguito ad un loro comportamento imprudente dovranno pagare di tasca loro i costi della loro liberazione. La disposizione, con tanto di tariffario, è contenuta nelle ordinanze di attuazione della legge sugli svizzeri all’estero, che entrerà in vigore il primo novembre.

La Svizzera continuerà ad aiutare chi viene rapito all’estero con finalità politiche o terroristiche, ma farà pagare i costi chi si è reso responsabile di comportamento negligente. Ciò vale in particolare per chi ignora le disposizioni del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) o infrange delle leggi. Le prestazioni delle autorità in questi casi vengono fatturate 75 franchi ogni mezz’ora, tariffa che aumenta in casi di attività al di fuori dei normali orari di lavoro. adnkronos



   

 

 

1 Commento per “Svizzera, imprudenti rapiti all’estero dovranno pagare le spese di liberazione”

  1. La trovo una decisione giustissima!!!. bravissimi.
    Antonella Rebuzzi

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -