Criminalità Rimini, coltellate tra bande di nordafricani per il controllo del centro

rissa2

 

Una intera notte di indagini per il personale della polizia Municipale di Rimini e i carabinieri che, dopo l’accoltellamento di lunedì pomeriggio, hanno arrestato un tunisino 27enne con l’accusa di tentato omicidio. L’inchiesta lampo, tuttavia, ha fatto emergere dei risvolti inquientanti e ha accertato la presenza di due bande di nordafricani in lotta tra loro per conquistare il cuore della città.

L’aggressione di lunedì pomeriggio in via Sigismondo, infatti, è arrivati all’indomani di un altro fatto di sangue avvenuto, sempre nel centro storico, nella notte tra sabato e domenica quando due tunisini si sono accoltellati in via Minghetti a due passi dall’arco d’Augusto. Verso le 2, i nordafricani sono accoltellati e, il ferito, è stato portato in ospedale per essere medicato.

Sul posto erano intervenuti i carabinieri e, dalle prime idiscrezioni, pare che il nordafricano abbia raccontato una storiella ai militari dell’Arma secondo la quale non sarebbe stato in grado di riconoscere l’aggressore. Ed è in questo ambito che è maturato il secondo accoltellamento di lunedì: un regolamento di conti in piena regola tra il ferito e il feritore di domenica notte.

Si arriva quindi all’ipotesi inquietante di come il centro storico di Rimini sia diventato il “ring” di bande rivali che, a suon di coltelli, si contendono il territorio per portare avanti i loro loschi affari.

riminitoday



   

 

 

1 Commento per “Criminalità Rimini, coltellate tra bande di nordafricani per il controllo del centro”

  1. Sono profughi dal loro paese-! ???
    Fin da piccolo quando vedevo gli antichi Romani con la Biga – Risse sanguinarie a non finire per la competizione di chi arrivava prima. Dicevo fra me meno male che sono passati secoli : Noi siamo Umanitari , comprensivi della altrui cultura .
    =ra gli exstracomunitari – e comunitari dellì ‘est- Ci fanno rivivere quei “Bei Tempi” dei Romani – che si aspetta a metterli dentro un circo.?. con la mazza chiodata , (coltelli li hanno già) pugnali stiletti ecc… tutte armi bianche.- Siamo noi in difetto che non accettiamo la loro cultura.!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -