Siria: 20 nuovi raid di Mosca, “bombe ad alta precisione”

su34-russi

 

I jet da guerra russi hanno bombardato un campo di addestramento dell’Isis, un deposito di armi nei sobborghi di Al-Tabqa, nella provincia settentrionale siriana di di Al-Raqqa, roccaforte del gruppo jihadista. Distrutto anche un laboratorio di cinture esplosive. Lo riferisce il ministero della Difesa russo, aggiungendo che nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 20 raid e distrutti 10 obiettivi. Nei raid sono stati distrutti sistemi di controllo e danneggiate infrastrutture usate per preparare attacchi terroristici. In altri bombardamenti, sulla provincia di Idlib, sono stati distrutti tre depositi di munizioni e armamenti.
Distrutti quattro posti di comando.

Le Forze aeree russe assicurano che stanno usando bombe ad alta precisione. “I missili J-29 sono equipaggiati con testate auto-guidate da laser. Prima di sganciare le bombe, il pilota illumina con un laser l’obiettivo mentre l’aereo e’ in grado di continuare la sua manovra”, ha spiegato un portavoce, colonello Igor Klimov. Questi missili, AS-14 Kedge, secondo la terminologia Nato, hanno una testata di 500 chilogrami e un margine di errore di circa due metri. (AGI)



   

 

 

1 Commento per “Siria: 20 nuovi raid di Mosca, “bombe ad alta precisione””

  1. Grande la Russia di Putin che ha dato l’esempio di come ci si comporta, Putin non ha attaccato gli Americani che pur sapendo che stavano bombardando un OSPEDALE con medici, malati, e Bambini, nonostante che erano anche stati avvertiti durante il bombardamento di cosa stavano facendo, anno continuato con tutta tranquillità, ecco la prova provata degli Americani che vogliono dettare leggi a tutti senza essere messi in discussione, ecco chi sono compreso i pappagalli che gli stanno dietro, vogliono fare la morale a Putin e alla Russia, sti pappagalli spiumati.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -