Tunisia: banca maghrebino-africana operativa da gennaio 2016

La banca maghrebino-africana sara’ operativa nel prossimo gennaio dopo aver raggiunto l’accordo finale con la Banca centrale tunisina (Bct). Lo ha riferito l’ideatore del progetto Fakher Fakhfakh. L’agenzia di stampa tunisina “Tap” riferisce che i dettagli del progetto saranno illustrati la prossima settimana presso la sede della Bct come stabilito al termine dell’incontro di ieri tra il ministro delle Finanze tunisino, Slim Chaker, e il segretario di stato per le Finanze tunisino, Boutheina Ben Yaghlane.

banca-tunisia

Il capitale sociale della banca sara’ di 300 milioni di euro e verra’ raddoppiato nel giro di tre anni. La sede della banca sara’ a Tunisi ed entro cinque anni aprira’ filiali in 41 diversi stati africani con la prima che sara’ aperta in Costa d’Avorio. Tra gli scopi della banca quello di aiutare le imprese tunisine interessate ad investire in Africa offrendo anche competenza tecnica.

Fakhfakh ha sottolineato che il piano aziendale della banca prevede l’assunzione di 250 dirigenti, oltre a creare un dipartimento di ricerca all’interno della banca, un altro per la formazione e un centro studi strategici per analizzare i principali eventi economici sia in Tunisia sia nel resto del mondo. Fakhfakh e altri due cittadini tunisini residenti all’estero possiedono il 34 per cento del capitale della banca, mentre il resto e’ nelle mani di investitori cinesi, francesi e tedeschi. (AGI) Red/Tig



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -