Trasportano 7 clandestini nel furgone, due pakistani arrestati

 

Torino – Avrebbero trasportato i 7 migranti nascosti all’interno del loro furgone fino in Francia se non fossero stati individuati e fermati dalla polizia stradale di Torino e dagli agenti del commissariato di Ivrea. Due pakistani di 41 e 56 anni sono stati arrestati stanotte, poco dopo le 22.30 sull’autostrada A5 all’altezza del comune di Albiano di Ivrea.

A bordo del loro furgone Volkswagen Sharam targato francese c’erano sette passeggeri provenienti dal Bangladesh e dal Pakistan (quindi clandestini, non profughi, ndr), tre dei quali addirittura minorenni di età compresa tra i 16 e i 17 anni. Sarebbero arrivati fino in Francia, varcando illegalmente il confine se la polizia stradale non li avesse intercettati dopo la segnalazione del mezzo notato al casello di Novara.

Agli agenti che li hanno interrogati i 7 profughi hanno raccontato di essere giunti in Italia con mezzi di fortuna e probabilmente sono stati prelevati dai trafficanti alla stazione ferroviaria di Milano. Ora i minori sono stati accolti in una comunità, mentre gli adulti sono a disposizione dell’ufficio immigrazione della questura di Torino.

I due trafficanti – uno dei quali colpito da mandato di cattura internazionale – sono stati arrestati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina: sono entrambi in carcere a Ivrea.

www.torinotoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -