Pugno in faccia al controllore che lo aveva sorpreso senza biglietto

Roma – ”Un vigilante in servizio alla stazione Termini è stato aggredito da un viaggiatore sorpreso senza biglietto. L’aggressore, un cittadino rumeno, al quale era stato richiesto di mostrare il biglietto, ha sferrato un pugno in pieno volto al vigilante. La centrale di sicurezza ha allertato le forze dell’ordine, che sono intervenute e hanno fermato l’aggressore”. Così Atac in una nota.

”Atac stigmatizza l’ennesimo atto di violenza – si legge ancora nella nota – compiuto ai danni del personale e invita i passeggeri a un maggiore senso civico, ricordando che il pagamento della tariffa è un obbligo alla base del corretto svolgimento del servizio di trasporto”.



   

 

 

2 Commenti per “Pugno in faccia al controllore che lo aveva sorpreso senza biglietto”

  1. Come si è permesso il vigilante di chiedere il biglietto al migrante?Lo si accusi di discriminazione razziale,culturale,sociale ed economica;il vigliante può-anzi deve-chiedere il titolo di viaggio ESCLUSIVAMENTE ai cittadini italiani,e basta!

  2. CHE FORTUNA Ha vuto il controllore , a casa con lo stipendio per giorni del trauma- .Che fortuna.! Lautore non ha tiratoo fuori la Colt.Smit c.38 del War West.!
    Speriamo che in America non aboliscano la vendita “libera” della armi … altrimenti ce li troviamo noi i tutti i porti un tanto al Kilo.! Il terreno italico “ottima” Prateria -!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -