Albanesi picchiano un minorenne disabile sul bus, arrestati

Hanno aggredito un minorenne disabile all’interno di un autobus e, quando i compagni di scuola sono intervenuti in sua difesa, ne hanno aggredito e picchiato uno. Il fatto è accaduto a Roma.

bus-picchiataHanno prima spintonato il minorenne – I due aggressori – due albanesi – hanno spintonato il minorenne in fondo al mezzo di trasporto, poi, mentre uno faceva da schermo con il proprio corpo, l’altro ha iniziato a colpire il disabile con schiaffi, pugni e con un giornale arrotolato, coprendolo di insulti.

I compagni di scuola del ragazzo, appena si sono resi conto di quello che stava accadendo, sono intervenuti in sua difesa e, a questo punto, i due bulli hanno rivolto le loro attenzioni verso uno di loro.

Arrestati dalla polizia – I due, 33 e 32 anni, sono stati arrestati dalla polizia. La vittima è un minorenne indiano che ieri mattina, come di consueto, insieme ai suoi compagni stava andando a scuola a bordo del bus. Ad accorgersi di quanto stava accadendo sull’autobus sono stati gli agenti del commissariato di Tor Carbone, alla periferia della Capitale. I poliziotti di una prima pattuglia sono saliti sul mezzo bloccando il 33enne, mentre un altro equipaggio ha bloccato il 32enne che nel frattempo, sceso dal mezzo, si era diretto su una via limitrofa.

Dopo aver raccolto tutte le deposizioni, i due albanesi sono stati arrestati. Al termina dell’udienza di convalida sono stati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Dovranno rispondere di lesioni personali aggravate, violenza privata e violazione della legge in materia di discriminazioni razziali.

redazione TISCALI



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -