Volkswagen pronta a licenziamenti e chiusure, pesanti contraccolpi in Italia

La casa di Wolfsburg annuncia esuberi e rivede il piano industriale per far fronte al prevedibile tracollo economico: a rischio il rating del titolo VW. Dall’Italia: pesanti contraccolpi sui conti pubblici statali.

Volkswagen

Iniziate le grandi manovre per il riassetto finanziario della Volkswagen, travolta dallo scandalo dieselgate e pronta al richiamo di 11 milioni di vetture. L’azienda automobilistica tedesca ha annunciato lo stop alle assunzioni e prepara un riassetto della sua rete produttiva: la chiusura di alcuni stabilimenti, impensabile per il colosso di Wolfsburg fino a poche settimane fa, è ora un’ipotesi sempre più probabile.

La preoccupazione dei vertici VW è che il titolo, deprezzatosi in modo importante in queste due settimane seguite alla scoperta della truffa, possa scendere ulteriormente, perdendo il rating attuale e rendendo così più onerosi i finanziamenti, con la conseguenza di rendere ancor più vulnerabili i conti, diventati pesantissimi dopo la scelta di richiamare le vetture “truccate”.

Intanto arriva un altro allarme sulla tenuta del comparto auto in Italia dopo lo scoppio del dieselgate. Alle proteste della rete italiana di vendita VW, che si è lamentata per essere stata “lasciata sola”, e ai dubbi di Bankitalia sul possibile impatto dello scandalo sui conti italiani, oggi è stato il sottosegretario allo Sviluppo Economico Carlo Calenda a lanciare l’allarme.

“Il rischio è molto grosso… Volskwagen è un gruppo che compra molto nella catena produttiva italiana, soprattutto nell’area del nord ovest — ha affermato Calenda intervenendo ad Expo 2015 — la crescita del commercio internazionale del 4,5% per il 2016 inserita nella nota di aggiornamento del Def alla luce di questi problemi non è più conservativa ma reale”.

it.sputniknews.com

 



   

 

 

1 Commento per “Volkswagen pronta a licenziamenti e chiusure, pesanti contraccolpi in Italia”

  1. Non morirà nessuno.
    Tantomeno VW.
    I concessionari italiani sono come al solito ingordi.
    Hanno fatto enormi profitti con le rottamazioni agevolate ed obbligate dalle assurde regole euro-pippa.
    Per puro campanilismo ho sempre acquistato auto del gruppo Fiat, e devo dire ne sono stato contento, cio non toglie però che riconosco che VW fa delle ottime automobili che val la pena acquistare, per chi non ha preferenze.
    Pagherà caro il suo errore, ma penso che il calo di vendite sarà breve e non troppo duro.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -