Orrore in India, bambino di 4 anni decapitato in sacrificio alla dea Kali

Nuovo orrore in India, dove un bambino di quattro anni è stato decapitato da un uomo in sacrificio alla dea Kali. Secondo quanto riferiscono i media locali, il fatto è avvenuto nel villaggio di Pokuru, nel distretto Prakasam dell’Andhra Pradesh.

india-sacrifici

Autore del raccapricciante omicidio un uomo di 35 anni, P Tirumala Rao, che, dopo il ritrovamento del corpo senza testa del piccolo, è stato catturato e legato ad un albero dalla folla inferocita che lo ha poi cosparso di kerosene e dato alle fiamme. Salvato dall’intervento della polizia, è ora ricoverato in condizioni gravissime in ospedale, con ustioni sul 40% del corpo.

Da quanto è emerso, il sospetto ha rapito il bambino mentre tornava a casa da scuola, gli ha tagliato la testa e ha offerto il suo sangue alla dea hindu Kali, nella convinzione che così avrebbe ottenuto poteri occulti e ricchezza.

La polizia sospetta che il bambino prima di essere decapitato sia stato strangolato. “Nell’abitazione dell’imputato abbiamo trovato una corda probabilmente usata per strangolare il piccolo”, ha detto un ufficiale. Recuperata anche la falce utilizzata per l’omicidio.

L’induismo in India ha una tradizione secolare di sacrifici umani per placare le divinità, ottenere la prosperità o tenere lontano il male. Lo scorso maggio una folla inferocita aveva linciato un uomo accusato di aver decapitato un bambino di cinque anni, in una piantagione di tè nel distretto di Sonitpu, nello Stato di Assam.

adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -