G7 e Paesi del Golfo: 1,8 miliardi di dollari all’ONU “per i profughi siriani”

 

 

I paesi del G7 e quelli del Golfo Arabo si sono impegnati a versare 1,8 miliardi di dollari alle agenzie delle Nazioni Unite che si occupano dei rifugiati siriani.

L’impegno è stato annunciato a New York, dopo una riunione di tutti i paesi coinvolti.

Solo per quest’anno, l’Onu aveva chiesto agli Stati risorse per 20 miliardi di dollari per affrontare la crisi migratoria.

2014 – Il business dei rifugiati: all’ONU 22 miliardi di dollari in un anno

“La Germania contribuirà con 100 milioni di euro non solo in termini di sostegno alle organizzazioni umanitarie, ma anche di aiuto alle nazioni che accolgono e a quelle che ospitano e che finora hanno soccorso molte persone dopo la crisi siriana, la Turchia, il Libano e la Giordania”.

Recentemente l’Onu ha osservato che la crisi migratoria in atto tra Medio Oriente e Europa, la peggiore in questa parte del mondo dalla fine della Seconda guerra mondiale, si inserisce in un quadro di crescenti conflitti che in tutto il mondo ha causato la cifra record di 60 milioni di profughi.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -