Profughi non vogliono lavorare gratis e presentano denuncia ai Carabinieri

Torrile, lavoro gratis? I profughi si oppongono e chiamano i Carabinieri

E’ stato chiesto di tinteggiare la parete di una struttura di accoglienza ma si sono opposti ed hanno chiamato i Carabinieri. Lavoro gratis che i richiedenti asilo hanno rifiutato: succede a Gainago, frazione del Comune di Torrile, dove è presente una struttura per l’accoglienza dei profughi. L’episodio ha provocato la reazione delle forze politiche, a cominciare da quella della Lega Nord, nelle parole di Fabio Rainieri.

LA NOTA DI FABIO RAINIERI – “I migranti sono disposti a lavorare gratuitamente per inserirsi nella comunità? Assolutamente falso. Lo dimostra quanto accaduto nelle ultime ore a Torrile in provincia di Parma”.

Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia e vicepresidente del consiglio regionale dell’Emilia Romagna torna così sul caso della denuncia sporta ai carabinieri da alcuni ospiti della struttura di Gainago, frazione del Comune di Torrile in provincia di Parma.

I richiedenti asilo, tutti provenienti dalla Costa D’Avorio e tutti tra i 25 e i 35 anni – attacca Rainieri – hanno presentato una denuncia ai carabinieri perché era stato chiesto loro di ritinteggiare, ovviamente gratuitamente, una parete della struttura“. “Che cosa dicono ora i benpensanti di sinistra? Quelli che non perdono l’occasione per dire che migranti ed extracomunitari in genere vogliono integrarsi e non vedono l’ora di lavorare gratis per la comunità? Cosa ne pensano Bosi e Dall’Olio che pochi giorni fa in tv mi accusavano di non capire importanza di un progetto che definivano strategico e fondamentale? Chi tutela ora i responsabili della cooperativa dall’accusa di lavoro nero o, peggio ancora, di sfruttamento? Quando noi della Lega avevamo detto che c’è qualche cosa che non va eravamo stati tacciati di razzismo. E ora?”.

“Di più – continua il numero uno della Lega in Emilia -: il sindaco di Salsomaggiore ha detto che non e’ disposto ad accettare altri extracomunitari. Ma come? Gli sporchi e cattivi non eravamo noi? O forse la verità e’ che la misura e’ davvero colma e di extracomunitari non ce ne stanno proprio più?”. “E’ ora che la sinistra smetta con il finto buonismo e con gli inviti all’accoglienza senza fissare regole e paletti. La nostra gente non ne può più e – conclude Rainieri – la favoletta che gli extracomunitari vogliono venire qui a lavorare gratis per la comunità e’ una grande bugia. Ora basta, entra chi ne ha diritto e stop. Gli altri rimangano pure a casa loro”.

parmatoday.it



   

 

 

2 Commenti per “Profughi non vogliono lavorare gratis e presentano denuncia ai Carabinieri”

  1. Fategli pagare l’albergo e vedrete che inizieranno a lavorare.

  2. Razzisti!Come hanno osato di chiedere a dei migranti\profughi di lavorare?
    Ma scherziamo?Sono gli italiani che devono lavorare e provvedere al mantenimento di tali preziosissime risorse!Ce lo chiede l’Europa e soprattutto è una questione di civiltà!Diamine,mica vorremo sciupare le manine dei migranti\profughi,no?

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -