Al via i raid francesi sulla Siria, Valls “azione per legittima difesa”

La Francia ha compiuto una serie di raid aerei in Siria. Lo ha riferito l’Eliseo.
Gli obiettivi dei raid, seguiti alla decisione di estendere l’azione francese militare francese gia’ in corso nel vicino Iraq, sono stati individuati negli ultimi 15 giorni.
L’operazione contro “la minaccia terroristica” rappresentata dallo Stato islamico, si legge in una breve nota, e’ stata coordinata insieme ai partner nella regione.

rafale

Il premier francese, Manuel Valls, ha dichiarato che i bombardamenti francesi in Siria hanno come obiettivo “le roccaforti dell’Isis dove si sono addestrati quelli che attaccarono la Francia”, per cui ritiene che il suo Paese agisca “per legittima difesa”.

Parlando alla stampa dopo l’annuncio dell’Eliseo dell’inizio dei bombardamenti, Valls ha segnalato che la Francia sceglie in maniera autonoma gli obiettivi, anche se li realizza i raid in coordinamento con i suoi alleati, principalmente gli statunitensi.

Dopo aver fatto notare che i bombardamenti continueranno “il tempo che e’ necessario”, Valls ha ricordato che la Francia “adatta la sua strategia” e agisce “su tutti i fronti nella lotta contra il terrorismo, bombardando l’Isis”.

Da un anno l’esercito francese opera contro il gruppo terroristico in Iraq con caccia Rafale e Mirage 2000 e un contingente di oltre 700 effettivi; ma in Siria si limitava finora a inviare armi e strumenti di telecomunicazione per i ribelli.

Valls ha insistito sulla “necessita’ di una transizione politica e democratica sulla base dei negoziati di Ginevra con gli elementi moderati dell’opposizione e con elementi del regime” siriano, ma ha nello stesso tempo ha insistito sul fatto che il presidente “Bashar al-Assad non possa essere la soluzione in Siria”.

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -