Torino: Non si ferma all’alt dei Cc e si schianta contro due auto, arrestato

 

Non si ferma all’alt dei carabinieri e dopo un breve inseguimento si schianta contro un bidone della spazzatura e due auto in sosta. E’ successo ieri sera, poco dopo le 19.00, in via Coppino a Torino.

Durante un servizio di sicurezza stradale in via Lauro Rossi angolo via Martorelli, i militari hanno, infatti, intimato l’alt all’autovettura guidata dal reo, un marocchino di 29 anni che, ignorando la richiesta dei carabinieri, ha premuto l’acceleratore dell’auto e si è dato alla fuga. Ne è nato un breve inseguimento fino a via Coppino, dove l’uomo è stato fermato dopo essersi schiantato con il proprio mezzo contro un bidone della spazzatura e due auto in sosta.

Nel corso della perquisizione personale e domiciliare del reo, i carabinieri hanno, inoltre, rinvenuto e sequestrato 95 grammi di eroina e 230 euro in contanti probabile provento di spaccio. L’uomo, abitante a Torino, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

torinotoday.it



   

 

 

1 Commento per “Torino: Non si ferma all’alt dei Cc e si schianta contro due auto, arrestato”

  1. Ecco chi si accolgono, non è il primo che spaccia e non si ferma all’alt dei Carabinieri facendo anche danni ai cittadini Italiani con soldi della comunità Italiana che dobbiamo pagare noi, e non i politici Italiani che se ne fregano tanto loro lo stipendio lo prendono grande e sicuro, e vorrei aggiungere che, ……. non lo dico meglio che mi taccio.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -