Strage alla Mecca, Mattarella al Re saudita: l’Italia è vicina ai musulmani

mattarella

 

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Custode delle Due Sacre Moschee e Re dell’Arabia Saudita, Salman Bin Abdulaziz Al Saud il seguente messaggio: “Ho apppreso con profonda commozione del drammatico incidente che ha causato centinaia di vittime tra i pellegrini che partecipavano alle celebrazioni della Festa del Sacrificio.
In questa dolorosa circostanza, desidero esprimere a lei, a tutta la comunita’ musulmana, alle famiglie delle vittime e ai numerosi feriti, la piu’ sentita vicinanza mia e del popolo italiano”.

——————-

717 fedeli islamici sono morti schiacciati, soffocati, calpestati dalla calca, durante un pellegrinaggio alla Mecca, luogo santo dell’Islam, nel momento culminante del pellegrinaggio annuale, il rituale della ‘lapidazione di Satana’.

La strage e’ avvenuta nella valle di Mina: la calca si e’ formata intorno alle 7 del mattino all’incrocio tra le strade 204 e 223. La 204 e’ una delle principali arterie che portano dai campi di Mina a Jamarat, il luogo dove i pellegrini “lapidano” il diavolo: la ressa si e’ scatenata quando centinaia persone che si allontanavano si sono scontrate con l’enorme flusso di pellegrini che vi volevano accedere. Oltre 800 i feriti.

Non e’ la prima volta che luoghi sacri di pellegrinaggi diventano vere e proprie ecatombe. Per la Mecca e’ una strage persino piu’ grave di quella del 2006, costata la vita a 364 fedeli, e seconda solo a quella del 1990 quando 1.426 fedeli morirono schiacciati nella ressa dentro un tunnel. L’incidente inoltre segue di pochi giorni quello avvenuto l’11 settembre, quando una gru era precipitata sulla Grande Moschea della Mecca durante i lavori di ristrutturazione, causando 107 morti e 238 feriti. Stragi che avvengono soprattutto per i numerosi ‘pellegrini illegali’, ossia fedeli sprovvisti di permesso concesso dalle agenzie ufficiali.



   

 

 

1 Commento per “Strage alla Mecca, Mattarella al Re saudita: l’Italia è vicina ai musulmani”

  1. Vorrei solo dire che, se si ammazzano tra di loro per la loro religione un alternativa ci potrebbe pure essere, come percorsi alternativi oppure percorsi obbligatori, incolonnati in file come fanno i soldati da 4/6/8 in base allo spazio oppure allungare i giorni di questa manifestazione, volevo aggiungere qualcos’altro ma visto anche il commento del Presidente mi fermo qui e mi taccio.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -