Unioni civili: slitta la calendarizzazione in Aula, proteste del M5s

 

Scontro in Aula al Senato sulle unioni civili. Gia’ in capigruppo Sel aveva chiesto che lunedi’ prossimo venisse incardinato in Aula il provvedimento sulle unioni civili, “ma la maggioranza dei capigruppo e naturalmente anche il Pd si sono rifiutati”, ha riferito Loredana De Petris.

Poi, una volta ripresi i lavori dell’Assemblea sul calendario dell’iter delle riforme, che va votato in quanto approvato a maggioranza in capigruppo, i riflettori si spostano sulle unioni civili. E di fronte agli attacchi di Sel, che accusa il Pd di non voler in realta’ votare le unioni civili, e del Movimento 5 Stelle, il capogruppo dem, Luigi Zanda, replica duramente: “Non sono d’accordo a che un tema cosi’ delicato sia usato strumentalmente solo per aumentare l’ostruzionismo”.

Zanda ha quindi spiegato che “non appena sara’ terminato l’esame delle riforme chiedero’ una capigruppo per calendarizzare le unioni civili. – Il Movimento 5 Stelle, pero’, rimanda al mittente l’accusa di voler fare ostruzionismo sulle riforme, portando avanti il tema delle unioni civili: “Ma quale ostruzionismo – ha replicato a Zanda Giancarlo Castaldi – noi siamo gli unici ad aver presentato solo 200 emendamenti e tutti di merito e sui contenuti”. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -