Siria: Kamikaze 20enne scoppia in lacrime prima di farsi esplodere

kamikaze-siria

 

La faccia da ragazzino scossa da un pianto a dirotto: sono gli ultimi minuti di vita di Jafar al-Tayyar, un jihadista ventenne attirato in Siria, a Fua nella provincia di Idlib, dal lontano Uzbekistan, e mandato a morire e a uccidere dai ribelli qaedisti anti-Assad del Fronte al-Nusra.

Dopo essere salito nel veicolo corazzato imbottito di esplosivo, il giovane comincia a singhiozzare. Un compagno d’armi gli dice: “Jafar, fratello mio, non temere. Quando sei spaventato, ricorda Allah”. “Ho solo paura che non ci riuscirò,” dice al-Tayyar ai compagni d’armi. Ma il filmato mostra che l’attentato viene portato a termine: si vede un’esplosione sconvolgente, scrive il Mirror. Non è dato sapere quante vittime o feriti abbia causato l’attentato.

La voce del video dice che è il “primo mujahideen di Mawarannahr”, un termine usato da alcuni jihadisti per fare riferimento ad una zona dell’Asia centrale corrispondente approssimativamente a Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan meridionale e sud-ovest del Kazakistan. Gruppi terroristici, tra cui l’ISIS, utilizzano spesso combattenti stranieri per gli attentati suicidi.

 



   

 

 

1 Commento per “Siria: Kamikaze 20enne scoppia in lacrime prima di farsi esplodere”

  1. perché non vanno i loro capi a fare i Kamikaze??? Invece che mandare giovani indottrinati agli albori della loro vita,

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -