Olanda: profughi ospitati nel capo militare in una foresta

In attesa dei primi 3.000 richiedenti asilo in arrivo tra mercoledì e venerdì, l’Olanda è a lavoro per costruire un centro di accoglienza nella tranquilla, isolata e sorvegliata foresta olandese a Heumensoord, non molto vicino la città di Nijmegen al confine con la Germania.

olanda-profughi

(AFP Photo/Piroschka van de Wouw)

Dalla scorsa settimana una squadra di soldati e di contractors stanno lavorando senza sosta per organizzare tende e allestimenti su una superficie ampia come 10 campi di calcio. La location è stata scelta perché già dotata di fognature e allacci dell’elettricità: ogni estate, infatti, 5.000 soldati si trovano nella foresta per la più grande marcia europea la Nijmegen Four Day Marches. E durante l’anno tutta l’area rimane militarizzata.

Inoltre la stessa area negli anni Novanta venne utilizzata per accogliere centinaia di rifugiati che fuggivano dalla Jugoslavia in guerra. Lo scopo di questo campo attrezzato è di poter controllare chi vi risiederà. L’Olanda non intende lasciare libera circolazione a masse di persone senza casa, senza lavoro, senza possibilità di inserimento sociale, senza denaro.

il nord



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -