Marocchino ubriaco al volante: provoca incidenti, investe due ciclisti e scappa

 

Rimini – Mattinata agitata sulle strade riminesi con la polizia Stradale impegnata in un lungo inseguimento per bloccare un pirata della strada. Tutto è iniziato verso le 8.45 a Rimini, in via Firenze, con i carabinieri che hanno dato l’allarme per un’Audi A4 grigia il cui conducente, dopo aver tamponato un’altro veicolo, è fuggito senza fermarsi. Sono scattate le ricerche e, poco dopo sulla via Emilia, nei pressi di Santa Giustina, è arrivata un’altra segnalazione del 118 con i sanitari che avevano appena soccorso due ciclisti. Entrambi, secondo quanto ricostruito, erano volati a terra dopo essere stati centrati dall’Audi e, uno di essi, ha riportato la frattura della clavicola con una prognosi superiore ai 30 giorni.

Mentre la polizia Stradale era in caccia del pirata, è arrivata una terza sgnalazione dal proprietario di un’auto d’epoca impegnata nel Trofeo Nuvolari. L’Audi aveva appena tamponato il veicolo e stava fuggendo ma, il guidatore dell’auto d’epoca, è risucito a costringere il pirata a fermare la sua corsa, anche perchè aveva bucato, facendolo infilare nella piazzola di un distributore sulla via Emilia.

Gli agenti della Stradale sono arrivati sul posto è hanno bloccato il conducente, un marocchino 34enne poi risultato positivo all’etilometro. Per il nordafricano è scattata la denuncia a piede libero per guida in stato di ebbrezza e duplice omissione di soccorso oltre a tutta una serie di contravvenzioni al Codice della Strada per le infrazioni commesse durante la fuga.

riminitoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -