Elezioni, Tsipras: “datemi fiducia per cambiare la Grecia”

 

Alexis Tsipras ha chiuso la campagna elettorale greca chiedendo agli elettori di dargli nuovamente fiducia per cambiare la Grecia e l’Europa.

A chi gli rimprovera di aver accettato l’accordo con i creditori anche dopo il no della popolazione nel referendum, Tsipras promette che il suo obiettivo è la formazione di un governo di sinistra che rinegozi il debito della Grecia e rivendica la scelta di dimettersi per essere giudicato nelle urne.

«Voterò per Alexis perché è giovane – esclama una ragazza -. Sistemerà l’economia e aiuterà i giovani del mio Paese. E chiedo a tutti i giovani di votare per lui, perché Syriza è la soluzione migliore per la Grecia.»

Per Tsipras la battaglia di Syriza va letta in un contesto europeo e nell’ottica di un’alleanza con i partiti di sinistra di altri Paesi, come Podemos, contro un’Europa dei conservatori. Accanto a lui, sul palco, Pablo Iglesias e altri leader della sinistra radicale.

Il corrispondente di euronews ad Atene, Apostolos Staikos, osserva: «Il sipario della campagna elettorale cala qui, in piazza Syntagma, con Alexis Tsipras che chiede una seconda chance. Il presidente di Syriza afferma che i sacrifici dei greci non andranno sprecati. Ma chiunque sia il vincitore, dovrà avere l’appoggio di altre forze politiche per applicare il terzo memorandum.»



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -