Siria: terroristi massacrano i civili, anche bambini nelle scuole

siria

 

A proposito di Aylan: ‘Fa più rumore un albero che cade che un’intera foresta che cresce.’ Non interessa ai beoti buonisti se il 15 settembre 2015 la città di Aleppo ha vissuto il giorno più sanguinoso. I gruppi terroristici, hanno ancora una volta perpetrato un massacro contro i civili. Non sono stati risparmiati i bambini all’interno delle scuole.

L’ambascita di Siria informa sul massacro di Aleppo – Le orde di terroristi armati, appartenenti a gruppi della ‘Esercito Mujahideen’, ‘Birgada Martiri Badr’ ‘Jabhat Al Nusra,’ ‘Battaglione Nur Eddin Elzinki’ e altri gruppi terroristici sempre legati al regime islamista di Erdogan e al regime wahabita dell’Arabia Saudita, che hanno lanciato una serie di razzi ed esplosivi in diversi quartieri di Aleppo.

I quartieri di Furkan, Alhimdanieh sono stati i più colpiti. I razzi hanno preso di mira scuole e civili, attaccando due abitazioni luoghi uccidendo 31 civili e ferendo 135 civili, per lo più bambini, donne e anziani, di cui alcuni sono molto gravi. Tra i morti si contano 13 bambini, 3 donne e 15 uomini.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -