Bankitalia, Visco: “piu’ Europa per affrontare migrazioni e cambiamenti climatici”

I cambiamenti che stiamo vivendo sono “cosi’ ampi che pensare di affrontarli con quella che Tommaso Padoa-Schioppa chiamava ‘veduta corta’ invece che con una visione di lungo periodo sarebbe un errore che impedirebbe al nostro paese e all’Europa di rispondere adeguatamente”.

E’ quanto sottolinea in un’intervista al Corriere della Sera il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco.
Secondo Visco, e’ necessario che i Paesi dell’Europa superino “la diffidenza di fondo” nelle loro relazioni e per far fronte a un fenomeno come quello migratorio, osserva, “non dobbiamo aspettare che accadano disastri e limitarci a gestire l’emergenza”, cosi’ come per i cambiamenti climatici. “E’ fondamentale”, afferma, “l’investimento in conoscenza”.

Quanto all’Italia, evidenzia Visco, ha saputo reagire.   In Italia 4 milioni di persone in povertà assoluta

“Nonostante una crisi che ha provocato una perdita di Pil di quasi 10 punti percentuali non si sono viste crisi bancarie eclatanti“.

Ma davvero? Non si arresta la spirale delle sofferenze bancarie che raggiunge un nuovo livello record. Dal rapporto mensile dell’Abi emerge le sofferenze lorde sono risultate a luglio pari ad oltre 197 miliardi dai 195,8 miliardi di giugno 2015″.Ad agosto il totale dei finanziamenti in essere a famiglie e imprese ha presentato una variazione prossima allo zero (-0,1%) nei confronti di un anno fa. Gli interessi sui prestiti bancari in Italia hanno raggiunto il minimo storico con un tasso medio del 3,36%

Riscaldamento globale? Fondo Verde per il clima: miliardi all’ONU e affari per lobby green

 

 

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -