Roma: due roghi ai campi Rom, in fiamme discarica a cielo aperto

Roma – Via Candoni, due incendi in poche ore: in fiamme una discarica a cielo aperto

Ancora incendi in via Luigi Candoni, a ridosso del campo rom di Muratella. Secondo quanto riferiscono i vigili del fuoco di Roma, al lavoro sul posto con quattro squadre, ad andare alle fiamme è una discarica di rifiuti a cielo aperto. Il secondo caso in poche ore. Nella notte i vigili infatti erano intervenuti nello stesso posto e avevano spento un precedente rogo. Stamattina è stato però necessario un secondo intervento.

L’incendio di questa mattina non è il primo. E’ di ieri l’ultima denuncia in merito ai roghi che troppo spesso hanno luogo in via Luigi Candoni. L’ultimo era stato segnalato nella notte tra giovedì 10 e venerdì 11 settembre. Anche il mese di agosto è stato scandito da una serie di incendi che avevano sollevato accese polemiche.

“Per tutta la notte ed ancora questa mattina, molti dei nostri quartieri sono stati invasi dai fumi provenienti da un vasto incendio, l’ennesimo, che si è sviluppato nel campo nomadi di via Candoni: centinaia di rifiuti bruciati con fumi inquinanti che si sono propagati in tutto il nostro territorio. Questa situazione non è più accettabile e tollerabile” dichiara il Presidente del Municipio Roma XI, Maurizio Veloccia. “Ho personalmente scritto, a più riprese, sollecitando i Dipartimenti di Roma Capitale, il Prefetto e le Forze dell’Ordine ad un’azione decisa e radicale per riportare la legalità, il decoro e la sicurezza nel campo di via Candoni. La questione è stata affrontata anche nelle riunioni del Tavolo locale sull’ordine e la sicurezza ed ha prodotto diverse azioni di contrasto all’illegalità, con interventi delle Forze di pubblica sicurezza, arresti e controlli mirati. Ma non è più sufficiente: a queste attività deve ora seguire un’opera immediata di allontanamento dal campo dei nuclei di delinquenti che rendono impossibile la vita di chi abita a Candoni ed alle migliaia di cittadini che vivono nel quartiere, a cui si unisce l’insostenibile condizione lavorativa degli operatori del vicino deposito dell’Atac” prosegue. “Urge, quindi, un intervento radicale, a cui far seguire un controllo intransigente degli ingressi al Campo e del comportamento di chi vi vive. Il Municipio non smetterà di denunciare questa situazione e di lavorare, pur senza dirette competenze, con le altre istituzioni affinché questo stato di cose cambi al più presto” conclude Veloccia.

Polemizza il presidente del gruppo consiliare di Forza Italia in Municipio Roma XI Marco Palma: “Il quadrante Muratella, che ha già una serie di problemi in ordine al degrado ed buio per il mancato funzionamento dell’impianto di illuminazione pubblica delle strade, subisce senza soluzioni di continuità il frutto delle azioni, per lo più incendi con fumi nocivi annessi di materiale dal quale estrarre rame. La situazione non sembra avere miglioramenti ne gli interventi della politica aiutano a questo, anzi. La politica che dovrebbe gestire queste situazioni sia in termini di prevenzione che di programmazione, ha deciso di abbandonare anche questa parte di città”. Poi ha annunciato: “Presenterò una ulteriore interrogazione urgente in consiglio, auspicando che la maggioranza ritenga opportuno convocare una seduta per affrontare i problemi”.

romatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -