Immigrati, ministro tedesco: i Paesi UE non devono sfruttare la Germania

Tragicomica la situazione in Germania. Dopo i proclami della Merkel, che ha detto di voler accogliere 500mila rifugiati, ora si fa marcia indietro perché nel Paese è scoppiato il caos a causa degli scontri tra turchi e curdi avvenuti a Francoforte, Hannover, Stoccarda e altre città.

I paesi Ue non devono “sfruttare” la disponibilita’ della Germania nel dare accoglienza ai migranti.
Lo ha affermato il ministro del’Interno tedesco, Thomas De Maiziere, in una conferenza stampa in cui ha spiegato le motivazioni della decisione presa da Berlino di reintrodurre i controlli alla frontiera con l’Austria.

Non è chiaro a quali Paesi UE si riferisca esattamente e di quale sfruttamento parli, dal momento che nessuno ha obbligato la Germania ad accogliere 500mila profughi. Piuttosto si sta cercando una scusa plausibile per chiudere le frontiere data l’incapacità di gestire l’enorme flusso di migranti.

“Questa misura – ha spiegato de Maziere – e’ stata discussa a fondo con la nostra coalizione. Sono stati informati i ministri dei laender e ci siamo consultati con l’Austria e con l’opposizione”. “Abbiamo bisogno di ordine per gestire il flusso”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -