Nasce ‘Refugee Air’ compagnia aerea per profughi: costi ridottissimi

State-wide collective deportation from Baden Airport

Una associazione no profit che funziona come una compagnia aerea low-cost per trasportare i rifugiati siriani in Europa ed evitare che si avventurino per mare e terra rischiando la vita. L’iniziativa è stata lanciata da due imprenditori svedesi, Susanne Najafi ed Emad Zand, che vogliono usare la loro esperienza nel settore umanitario per rendere operativa la ‘Refugee Air’.

Secondo il Guardian, lo scopo è quello di permettere ai profughi di salire su un aereo e di non essere bloccati all’imbarco come accadrebbe se si presentassero in un qualsiasi aeroporto. Nessuna compagnia infatti fa salire passeggeri senza visto per non essere poi accusata dell’eventuale trasporto di immigrati illegali. Si può ovviare a questo, secondo i due imprenditori, facendo dei controlli nei campi profughi in Turchia e Giordania e lì assicurare che i rifugiati abbiano la garanzia di ricevere l’asilo nel Paese in cui sono diretti.

I biglietti avrebbero un costo molto ridotto rispetto alle migliaia di euro che vengono chieste dai trafficanti di esseri umani per trasportare i migranti in Europa. L’associazione sta raccogliendo fondi e vorrebbe organizzare il primo volo nei prossimi mesi. (ANSAmed)

Foto sotto: profughi giunti in Germania

PROFUGO-GERMANIA

profugo



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -