Camerun, l’ONU non paga i soldati: proteste per le strade di Yaounde’

onu-minusco

Circa 300 soldati camerunensi, che hanno partecipato alla missione delle Nazioni Unite nella Repubblica Centrafricana (Minusco) hanno manifestato, oggi, per le strade di Yaounde’ per reclamare il pagamento del loro salario.

I militari, a ranghi serrati, hanno marciato verso il quartiere generale dell’esercito, non molto lontano dal palazzo dell’Assemblea nationale. I militari hanno denunciato il fatto che, con una decisione unilaterale, le gerarchie militari hanno deciso di pagare loro solo un terzo del salario mensile dovuto.

Invece di tagliare stipendiacci e privilegi dei funzionari, ONU toglie i pasti ai profughi

In molti hanno ricevuto la cifra di 250mila franchi Cfa (circa 380 euro). Il protocollo di accordo siglato dalle Nazioni Unite e il Camerun prevede uno stipendio mensile di 750mila franchi cfa (circa 1400 euro).

I manifestanti hanno, inoltre, chiesto di essere ricevuti dal ministro delegato alla Difesa della presidenza della Repubblica, Edgar Alain Mebe Ngo’o, per spiegare le ragioni della protesta e rivendicare il pagamento dovuto. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -