Orlando: se il Parlamento perde potere, questo verrà esercitato da altri

orlando

“Se non ce la facciamo questa volta il rischio è che le istituzioni rimangano così, e che progressivamente i poteri che il Parlamento non riesce a esercitare vengano esercitati da altri soggetti”. Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando, alla Festa dell’Unità di Torino, riferendosi alla questione delle riforme costituzionali.

“Non ha importanza chi detiene il potere politico, tanto COMUNQUE non sono loro a decidere”

Negli ultimi anni, ha sottolineato Orlando, le decisioni sono state prese da banche, cda delle multinazionali, “il rischio – ha aggiunto – è il populismo”. Riferendosi al suo compagno di dibattito Orlando ha detto che “L’Italia deve molto a Raffaele Cantone”, a proposito del ruolo giocato dal presidente dell’Anac nella lotta alla corruzione. (LaPresse)



   

 

 

1 Commento per “Orlando: se il Parlamento perde potere, questo verrà esercitato da altri”

  1. Egregio Orlamdo. Non solo il Parlamento perde il potere. Sono i suoi rappresentanti che ne ha distrutto il prestigio e lìaffabilità. E’ una sede di commercio libero in concorrenza , ai fini speculativi, con la Camorra Mafie di ogni genere. NON ABBIAMO BISOGNO DI LEGGI “PER DARE LA FRANCHIGIA AI CORROTTI” MA UN GARABTE CHE SIA IL POPOLO A FAR RISPETTARE L’ART 54 DELLA COSTITUZIONE.!!! (DOPO 72ANNI SIAMO IN ALTO MRE).

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -