Boicottano Israele, ma 100 palestinesi restano senza lavoro

Da anni oggetto di contestazioni e boicottaggi, Sodastream, l’azienda israeliana che produce bottiglie e apparecchi in grado di trasformare l’acqua di rubinetto in acqua gassata in più di 100 gusti, ha annunciato che entro le prossime due settimane chiuderà la fabbrica di Maale Adumim

sodastream

La decisione è stata accolta con grande favore dai leader di ‘Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzion’ (BDS), una campagna internazionale contro Israele, secondo i quali il ritiro della società dalla Cisgiordania, che costerà a centinaia di palestinesi il posto di lavoro, è una grande vittoria per la causa palestinese. “Questa è una vittoria netta BDS contro una compagnia odiosamente complice israeliana”, ha dichiarato Omar Barghouti, il co-fondatore del movimento, aggiungendo che ad Israele non dovrebbe essere consentito di sfruttare l’occupazione di fabbriche che operano in territori palestinesi.

Daniel Birnbaum, il chief executive di SodaStream, ha detto che “la chiusura della fabbrica Cisgiordania non ha nulla a che fare” con la campagna di boicottaggio contro la sua azienda e contro la testimonial del marchio, la famosa attrice Scarlett Johansson, che l’anno scorso a causa delle critiche seguite allo spot pubblicitario che la vedeva protagonista, ha dovuto lasciare la sua carica di ambasciatrice di Oxfam, Ong che ha posizioni filopalestinesi

“Si è trattato di una campagna di propaganda, politica, odio, antisemitismo. Tutta roba con cui non vogliamo avere a che fare”, ma i suoi effetti sui conti sono stati “marginali”, ha aggiunto Birnbaum, spiegando che negli ultimi tre trimestri la società ha visto ricavi e prezzi delle azioni in ​​calo dovuti ad un cambiamento nelle abitudini dei consumatori. ADNKRONOS



   

 

 

1 Commento per “Boicottano Israele, ma 100 palestinesi restano senza lavoro”

  1. Sì sì proprio una grande vittoria dei palestinesi che continueranno a rimanere senza lavoro ostaggio di quegli psicopatici terroristi di hamas, con la complicità del mondo occidentale che per ragioni incomprensibile permette a certe org di esistere e di fare danni

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -