Immigrati, scontri con la polizia al confine tra Ungheria e Serbia

 

Intanto e’ alta la tensione al confine tra Ungheria e Serbia. La polizia magiara si e’ scontrata con i migranti che a Roszke hanno sfondato il cordone degli agenti che ne stavano scortando circa 300 verso un centro di transito per regisitrarli.
Un gruppo e’ riuscito a raggiungere l’autostrada per Budapest, altri sono stati invece bloccati dalla polizia. I migranti rifiutano la registrazione in Ungheria perche’ vogliono andare in Germania.

A Budapest il premier Viktor Orban ha praticamente silurato il ministro della Difesa, Csaba Hende, che si e’ dimesso dopo una riunione del consiglio di sicurezza nazionale sulla crisi dei rifugiati. Hende ha pagato la lentezza con cui procedono i lavori di costruzione del muro proprio al confine serbo, in cui sono coinvolte anche le forze armate. Orban ha accettato le dimissioni, e lo ha subito sostituito con un altro fedelissimo, Istvan Simicsko.

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -