Evadono e svaligiano sei auto: condannati (di nuovo) ai domiciliari

 

Doveva essere ai domiciliari, a casa sua, in attesa del processo. Doveva. Invece, in compagnia del solito complice, se ne andava in giro per Desio a distruggere e svaligiare tutte le auto parcheggiate sulla “sua” strada.

Evidentemente, non avevano capito la lezione, un cittadino romeno e un giovane italiano, residente a Cesano Maderno, fermati la scorsa sera dai carabinieri di Desio in flagranza del reato di furto.

I militari, avvisati da un residente che aveva visto la coppia aggirarsi furtivamente attorno ad alcune auto, hanno trovato i due appoggiati alla carrozzeria di una Fiat Punto. Non è servito molto tempo ai militari per scoprire che il romeno e l’italiano avevano appena sfondato e svaligiato sei auto.

Ingente il bottino: navigatori, ipad, ipod ed occhiali da sole. Immediatamente, i carabinieri hanno riconosciuto i due autori del furto: erano gli stessi uomini che soltanto pochi giorni prima erano stati fermati dopo un furto in una casa in Brianza.

In quel caso, i ladri – con i proprietari all’interno dell’abitazione – avevano portato via un bancomat, alcuni indumenti e una bici da corsa. La refurtiva era stata poi trovata a casa dell’italiano e i due erano stati fermati: il romeno ai domiciliari perché indiziato del delitto di ricettazione e il secondo denunciato per ricettazione.

La misura restrittiva, chiaramente, non è servita per impedire ai due di delinquere ancora. Dopo l’ennesimo colpo, però, la coppia è stata nuovamente posta ai domiciliari dai carabinieri: spetterà ora al giudice decidere se costringerli al carcere. (Da MonzaToday)



   

 

 

2 Commenti per “Evadono e svaligiano sei auto: condannati (di nuovo) ai domiciliari”

  1. ma quale carcere! Quando mai

  2. E che ca22o ci serve ancora aspettare di decidere, che aspettate a buttarli in carcere, che fanno magari qualche rapina in qualche casa e ci scappi anche il morto, ma sto paese sta andando in mezzo alle F….E.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -